Categoria | - Piante&Giardini -

Risparmiare in giardino

Risparmiare in giardino

 

 

Quando parliamo di giardino o di spazio verde è necessario sottolineare che ci troviamo sempre davanti ad un ecosistema e pertanto abbiamo a che vedere con esseri viventi, che si nutrono, crescono, modificano il loro aspetto, si riproducono e muoiono, quindi in definitiva il giardino è vivo ed in continua evoluzione.

Per RISPARMIARE in giardino occorre soprattutto prevedere nel progetto iniziale una sistemazione a ridotta manutenzione, questo permette di essere autosufficenti  e di non dover spendere quindi cifre considerevoli per la manutenzione.

Affidandosi a professionisti seri, che seguono la realizzazione e lo sviluppo del giardino in prima persona, sicuramente il costo di investimento iniziale sarà maggiore, ma alla fine verrà ampiamente ripagato dal risultato e dalla durata nel tempo del giardino.

Anche per quello che riguarda la scelta delle piante è necessario documentarsi bene o chiedere sempre consigli ad un professionista competente, in questo modo non si spendono soldi in piante sbagliate per la nostra situazione che morirebbero in breve o non renderebbero esteticamrnte. Per risparmiare sull’acquisto delle piante può essere utile rivolgersi direttamente al produttore evitando di dover pagare i costi di commercializzazione, trasporto e gli eventuali ricarichi.

Da non sottovalutare MAI il risparmio idrico che con diversi piccoli accorgimenti ridurrà notevolmente il costo di mantenimento del giardino, in particolare bisognerebbe:

Prevedere l’utilizzo di sostanza fertilizzante organica, letame o compost, nella preparazione del fondo prima dell’impianto del giardino, essa rende il terreno soffice e spugnoso e consente una migliore disponibilità di acqua per le piante senza creare ristagno,

prevedere l’utilizzo di piante mediterranee che tollerano la siccità,

prevedere l’impianto di un tappeto erboso che non soffra la carenza di acqua, (il più resistente è cynodon dactylon)

prevedere la realizzazione di un impianto di irrigazione automatico, che irriga senza sprechi e nel modo migliore,

prevedere la pacciamatura per le aiuole e siepi, dato che riduce l’evaporazione e mantiene fresco più a lungo il terreno e le radici,

controllare spesso che non ci siano perdite d’acqua in tubi o rubinetti e valvole,

irrigare nelle prime ore del mattino per rendere l’acqua più disponibile per le piante evitando proliferazioni di funghi e limacce,

recuperare quando e se possibile l’acqua piovana in recipienti, da utilizzare poi per irrigare fiori e piante in vaso e in giardino (fate attenzione alle zanzare! non lasciare i recipienti senza coperture favorendo l’accesso alla deposizione di uova).

Infine l’illuminazione, la cosa migliore da considerare quando si realizza l’impianto di illuminazione del giardino è quella di non pretendere il giorno anche durante le ore buie, dato che è dannoso anche per le piante, (fotoperiodo) ma provvedete a distribuire la luce in modo funzionale e razionale ed a predisporre il maggior numero di accensioni possibili.




   

Ti potrebbe interessare anche:

Tags:


Leave a Reply

Gli articoli più letti

  • Non ci sono articoli